Filosofia

Per stare Bene nessuno ha bisogno dell’aiuto di qualcun altro più di quanto non abbia bisogno dell’aiuto di se stesso”.

La nuova concezione dell’Organismo come una rete di informazioni, e la realizzazione che nostro cervello cambia costantemente a seconda dei nostri pensieri, valori, atteggiamenti, stati d’animo, azioni, gesti ecc. sono scoperte di fondamentale importanza. Esse presentano implicazioni significative e rafforzano l’idea che è impossibile separare mente e corpo quando ci si appresta a valutare un qualsiasi “stato attuale” dell’organismo.

Nella visione meccanicistica di Newton il corpo era visto in termini di energia e materia e ben poco rimaneva per la flessibilità, il cambiamento e la modulazione dell’intelligenza. Ora sappiamo che mettersi seduti a visualizzare qualcosa che ci aiuti a uscire da una stato interiore per entrare in un altro (da negativo/critica a empatico/com-passionevole) esercita un controllo sul cervello che lo fa cambiare.

Che ne siamo consapevoli o no, stiamo producendo continuamente cambiamenti volontari sul nostro cervello. (Il nostro cervello non è composto da strutture rigide e predefinite fin dalla nascita come si pensava un tempo, bensì è duttile e plastico ed è capace di trasformarsi continuamente a seconda di ciò che pensiamo e facciamo.) Qualsiasi pensiero, credenza o scelta volontaria (o involontaria) si riflette in maniera fedele nel corpo materiale, vibrazionale ed emotivo agendo sulla struttura osteo-artroarticolare, muscolare, legamentosa, viscerale, metabolica, fasciale e posturale.

Essi creano dei “cambiamenti” fisici, che se non vengono ascoltati e tradotti come segnali, si tramutano in vere disfunzioni, per poi evolversi in patologie più o meno limitanti. Essi parlano anche della nostra coerenza tra mente e corpo, tra pensieri e azioni, credenze e fatti; in pratica tra ciò che diciamo e facciamo. Essi sono meccanismi Volontari, anche se spesso inconsci perché magari dettati dalla nostra estrazione sociale ed educazione. La reiterazione di gesti e comportamenti, se supportata abbastanza a lungo, crea nuovi percorsi neuronali che sosterranno nuovi comportamenti e nuove percezioni. Il modello neurologico che abbiamo ricevuto in dotazione è predisposto a nuove infinite possibilità potenzianti.

Sei interessato a ricevere informazioni sui nostri servizi?
Contattaci senza impegno, siamo a tua completa disposizione

Quanto detto qui sopra parla del nostro personale modo di approcciarci al Corpo e alla realtà di ogni Paziente che Incontriamo in Ambulatorio.
SOLO SE il paziente lo desidera e acconsente, ci ‘affianchiamo’ al Suo personale processo di “guarigione” (o stato desiderato); offriamo le Ns diverse possibilità di intervento (parte delle quali proviene da Ns Esperienze e Studi) e insieme decidiamo che percorso attivare. Il MOVIMENTO E’ VITA!!!
La funzione determina la Struttura! Vogliamo tramandare questo importante concetto! Siamo “fatti” per muoverci, il movimento è NUTRIMENTO.
Con la collaborazione di medici/ortopedici favoriamo la mobilizzazione precoce post traumatica (ove possibile, nei limiti fisiologici di ogni singola situazione).

Puntiamo all’autonomia del paziente. Rendere consapevole la Persona del Proprio processo di guarigione e farLe comprendere Cosa si sta facendo, la rende “capace” e permette di raggiungere prima l’obiettivo. L’ambulatorio di Fisioterapia InCorpoMente è l’evoluzione di un’idea nata nel 2004, e ad oggi ha consolidato il suo Obiettivo di tramandare più consapevolezza possibile in materia di responsAbilità del proprio benEssere. Incentiva a dare e fare del proprio meglio con le competenze che si possiedono.

Domande frequenti

Come avviene in pratica tutto ciò?
Come possiamo noi affiancarci a Te in questo processo?
Qual è l’Obiettivo di InCorpoMente? dell’allenamento e del coinvolgimento della mente? dell’Ascolto Attivo delle sensazioni del Corpo?