• facebook
  • linkedin
  • rss
Rimedi contro il mal di testa

Rimedi contro il mal di testa

A volte però non ho solo mal di testa sulla fronte,

ho anche un fastidio dietro il collo, sulla basse del cranio…

E’ normale sentirlo salire sulla testa?

Cosa posso fare?

Ecco un piccolo rimedio che può essere eseguito a casa:

Siediti su una sedia davanti a un tavolo e rilassati per qualche minuto.

Poggia i gomiti sul tavolo e con i palmi delle mani avvolgi la zona vicino alle orecchie (riuscendo a sostenere il peso della testa con le mani).

Con i pollici portati sulla base dell’occipite ( l’osso più distale del cranio, quello che divide la testa dal collo ).

Corri leggermente da un lato all’altro dell’osso con i pollici (per intenderci parti con i pollici vicini alle orecchie e poco alla volta li avvicini fra loro seguendo la conformazione dell’osso).

Puoi muoverei pollici se vuoi con un movimento simile a quello di un “bruchetto”. Noterai che ci sono alcuni punti molto più sensibili degli altri.

Soffermati su di essi e fai delle piccole pressioni(*).

(DIRIGI LA PRESSIONE VERSO L’ALTO, non dirigerla verso il centro del collo. DIRIGILA VERSO L’ALTO).

Potresti provocarTi una piccola sensazione spiacevole, e la puoi sentire sia sotto le dita, che diramarsi verso la testa.

Se riesci a mantenerla Stai compiendo una buona pressione ischemica. Essa è molto utile per il rilascio di alcune contratture che si formano lungo le fasce del Tuo sistema muscolare.

 

In studio spiego cosa sono le pressioni ischemiche e indico precisamente come procurarsele.

Spiegando meglio questo piccolo accorgimento, insegnando dove mettere le dita e come premere. Il mio fine è far si che la persona possa imparare alcuni trucchi per autocurarsi e rendersi il più possibile autonoma soprattutto nella gestione di quei piccoli fastidi che facilmente possono farsi sentire nella quotidianità.

Del resto, stando in posizione eretta, i muscoli posteriori del collo (e ce ne sono alcuni veramente piccoli) hanno da mantenere il peso della testa senza sosta durante la giornata coordinando addirittura tutti i nostri movimenti. Si riposano da questo tipo di lavoro solo quando siamo sdraiati.

(*)
Queste pressioni non vanno fatte in direzione delle vertebre!!! MAI!

Si tratta di indicazioni di autotrattamento per le comuni sensazioni alla cervicale che mi si sono presentate in questi dieci anni in studio in pazienti principalmente sani (e intendo senza irradiazioni dolorose causate da disfunzioni dichiarate quali discopatie, ernie, protrusioni o importanti artrosi).

SI POSSONO EFFETTUARE ANCHE IN QUESTI CASI, NE SONO ANCHE CONSIGLIATE IN REALTA’ PERCHE’ IL SOLLIEVO CHE VI POTETE PROCURARE E’ NOTEVOLE, MA IN QUESTI CASI E’ MEGLIO ACCERTARSI DELLA POSIZIONE CORRETTA DELLE DITA GRAZIE A UNA DIMOSTRAZIONE PRATICA DEL TERAPISTA.

Se le pressioni vengono rivolte verso le ossa del cranio (verso l’alto) non provocherete nessun tipo di danno. Noterete solamente un’iniziale aumento della sintomatologia dove state premendo che in realtà è sinonimo della vostra giusta posizione di pressione.

Possiamo aiutarti per torcicollo e dolori interscapolari, cefalee, cervicalgie, contratture stiramenti e strappi muscolari, disfunzioni vertebrali, recupero funzionale post-traumatico lombalgia, Lombosciatalgia. Sedute di Fisioterapia Riabilitativa, Riflessoterapie, Linfodrenaggio manuale, Applicazione taping Kinesiologico, Tecar Terapia T Unibell, Sessioni di Respiro. Massoterapia decontratturante, distrettuale e rachide in toto. Terapie Fisiche: Jonoforesi, Galvanoterapia, T.E.N.S., Diadianamiche, Elettrostimolazione, Ultrasuoni a manipolo e subacquei, Magnoterapia locale e Pressoterapia.

Inserisci un tuo commento